mercoledì 2 ottobre 2013

NEVIO SPADONI


Nevio Spadoni è nato a S. Pietro in Vincoli (Ravenna) nel 1949, ma dal 1984 risiede a Ravenna. Laureatosi presso l’Università di Bologna, ha insegnato fino a due anni fa Storia e Filosofia nelle Scuole Superiori. Vincitore di numerosi premi, collabora con giornali e riviste. Ha curato con Luciano Benini Sforza, poeta e docente di Lettere presso il Liceo Classico di Ravenna, l’antologia Le radici e il sogno. Poeti dialettali del secondo Novecento in Romagna, Edizioni Moby Dick, Faenza, 1996. In questi ultimi anni si è dedicato al teatro di poesia ottenendo con i suoi monologhi successi a livello internazionale, grazie alle interpretazioni dell'attrice Ermanna Montanari, sua compaesana e anima del Teatro delle Albe di Ravenna. Per conoscere il suo teatro è uscito nel 2003, stampato dalle Edizione del Girasole, sempre di Ravenna, il volume Teatro in dialetto romagnolo, con una nota di Gianni Celati.

U m'armànza ad te



U m’armânza ad te
di rez trapesa dal rôs,
un fil d’vósa alzira
coma ’na pioma ad piopa,
la camisa strufignêda.
Un udór sambêdgh
da la marena
int la séra,
ch’la n’è piò la nöstra.

(da Al voi)

MI RIMANE DI TE – Mi rimangono di te riccioli nascosti tra le rose, un filo di voce leggera come una piuma di pioppo, la camicia stropicciata. Un profumo selvatico dalla marina nella sera, che non è più la nostra.

2 commenti:

  1. Beh, inserire Nevio Spadoni tra i "comunque dimenticati" non mi pare proprio giusto. Proprio sabato prossimo, per fare un esempio, riceverà uno dei premi letterari più importanti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se è per quello ci sono anche vari premi Nobel inseriti. "Dimenticatoio" o "dimenticati" è relativo al contesto generale in cui viviamo. La vita scorre veloce e il Dio Denaro ci sovrasta. Ci ricordiamo molto di più della bolletta dell'ENEL o di Equitalia che dei versi dei vari e grandi poeti che abbiamo -nel mio caso posso dirlo- anche avuto la fortuna di conoscere personalmente. Poi è chiaro che nè io nè lei ce ne dimentichiamo, anzi, ma provi ad andare in un qualsiasi bar di Ravenna o San Pietro in Vincoli a chiedere se qualcuno dei presenti sa chi è Nevio Spadoni, o forno, o tabaccheria, eccetera. Io a volte ho fatto prove del genere e i risultati sono sconfortanti. Tra l'altro ci sono anche tanti poeti citati che di premi non ne hanno visto mezzo, il che non significa che non siano grandi e meitevoli di essere citati in questo modestissimo blog, il cui peso relativo è, appunto, modestissimo.

      Elimina